Benvenuti nell'oroscopo di ALEGSA

click

Il viaggio per amare le mie imperfezioni

Una riflessione su come percepiamo noi stessi e su come impariamo a rispettare i nostri difetti.... , 2020-05-24







Lasciate che vi racconti una storia.

Quando ero un ragazzino, ricordo di aver camminato lungo la navata del trucco in negozi poco illuminati. Tutto ciò che è stato esposto mi ha incuriosito, i piccoli pennelli, le polveri e le penne che hanno fatto di una persona sia il creatore che la creazione. Ma un prodotto specifico mi ha sempre fatto smettere: gli ombretti. Non li ho mai voluti, ma li ho trovati interessanti. Mi ha incuriosito l'idea di aggiungere colore intorno agli occhi come fa un pittore su una tela. E guardando l'ombretto viola, il mio petto si gonfiava di orgoglio adolescenziale, perché avevo naturalmente quel colore intorno agli occhi. Sono nato con questo. L'ho chiamato "trucco ereditario". E per un momento mi sono sentita bella.

E poi ho visto le creme per gli occhi. In particolare, il correttore del cerchio scuro. Concealer.

Mi sono mosso. Questa è stata la prima volta che ho iniziato a mettere in discussione il mio aspetto. Perché qualcosa che era una parte così naturale del mio corpo, qualcosa che non avevo
mai notato così male prima, ha improvvisamente bisogno di essere corretto e coperto? La gente pensava davvero che la pelle delicata dei miei occhi fosse orribile?

E così iniziò il mio viaggio per cercare di nascondere il mio volto dato da Dio. Se non avessi il tempo di truccarmi un centimetro sotto gli occhi, mi metterei gli occhiali per cercare di deviare il sole di mezzanotte sotto i miei occhi già scuri. Qualsiasi cosa per evitare che il mio viso sia troppo scuro per gli altri.

Una volta ho guardato le mie occhiaie sotto gli occhi allo specchio con Dio solo sa quanto tempo, perché un tizio (a cui non piacevo nemmeno) ha detto che le mie occhiaie erano disgustose. Parlava di James Dean nel backstage durante uno studio musicale. "Che schifo", aveva detto. "Le occhiaie sotto gli occhi lo rendono brutto." Un'altra volta mi sono svegliato e mi sono guardato allo specchio e per qualche motivo non ho odiato i cerchi quella mattina. Decisi di andare a scuola senza trucco, solo per correre al bagno e prendere il mio kit di emergenza quando un'insegnante disse che sembravo stanca e una delle ragazze più carine della scuola mi chiese se mi sentivo male; credo che quel giorno sembravo malata e stanca. Ironico, perché dopo i suoi commenti apparentemente innocui, mi sono sentito male e stanco.

Ho cominciato a chiedermi cos'altro non piacesse al mio viso: non erano così belli i miei segni di bellezza, dopo tutto? La piccola lentiggine sotto l'occhio destro dava fastidio a qualcuno? Se la gente si avvicinasse abbastanza da notare la piccola scheggia nel mio dente, farebbe una smorfia?
Si è arrivati a
un punto in cui nessuna parte di me era al di là delle critiche, anche le parti che una volta amavo.

Alla fine, ero esausto. Mi chiedevo se avrei mai raccontato ad un'altra persona le cose che ho detto di me. La risposta è stata immediata: Assolutamente no. Allora perché mi sono sentito così libero di odiare me stesso? Meritavo di meglio.

Deciso a sradicare questa piaga dell'odio per me stesso, ho compilato una lista di tutte le cose che odiavo di me stesso. La prima cosa che ho scritto: occhiaie. È da lì che è iniziato tutto.

Ma è anche lì che finirà.

Ho deciso di guardare a questi cerchi come a delle lune sotto i miei occhi. Come se il mistero si diffondesse intorno alle finestre della mia anima. E oso dirlo? Come un trucco ereditario.

Quindi, per chiunque resista alle sue imperfezioni - un sopracciglio più alto dell'altro, il neo appena sotto la mascella mal definita, la cicatrice sulla fronte dovuta ai punti di un incidente d'infanzia che non è guarito correttamente - sappia che l'imperfezione è squisita. Eppure, puoi essere il detective e il mistero, il mago e la magia, e l'artista e l'arte, semplicemente essendo te.

Mia cara, adoro le tue occhiaie.









Io sono Alegsa

Scrivo articoli per oroscopi e auto-aiuto in modo professionale da oltre 20 anni.



Tag correlati